Google
VETRINA - CONTATTI
   
Anteprima...
Chi siamo

Condizioni di vendita
Come ordinare
Spedizioni & Pagamento

Prodotti

Info & Recapiti

 
Siti amici
Musicalcentro
 

 
 

VETRINA


Autore:

Carmine Melidoro

Titolo:

Partiti Politici Sistemi Elettorali - Costi della politica

Editore: Editrice Garigliano
Recensione:

“La peggiore delle Camere è preferibile alla migliore delle anticamere”. In questo modo il giovane liberalismo ottocentesco riaffermava con orgoglio la propria superiorità rispetto alla cortigianeria ed al servilismo tipici delle corti medioevali, nonché la fiducia verso la genuina e pubblica discussione, da cui può scaturire la soluzione più razionale attraverso il libero convincimento reciproco nell’ambito della melior pars della Nazione, selezionata mediante libere, genuine e periodiche elezioni. In particolare, il liberalismo può essere definito come un movimento di pensiero ed una dottrina politica, che si fonda su un nucleo centrale e si articola in una serie di pilastri riguardanti diverse discipline (religiose, economiche, filosofiche e giuridiche). Il nucleo centrale consiste nella preminenza della libertà soggettiva, da cui scaturiscono una nozione nettamente individualistica dei fondamenti della vita civile ed il riconoscimento di inalienabili e fondamentali diritti spettanti ad ogni componente del corpo sociale (Frosini). In sintesi: liberalismo significa innanzitutto individualismo.

Autore:

Tommaso Scappaticci

Titolo:

Ai Margini del Canone - Aspetti e problemi della letteratura del 900

Editore: Editrice Garigliano
Recensione:

I saggi compresi nel volume prendono in esami aspetti poco noti della letteratura del 900, che in genere non hanno attirato l’attenzione della critica e, al di là dell’eventuale successo di pubblico, sono rimasti in una dimensione di nicchia riservata a un numero ristretto di addetti ai lavori. Si tratta di autori scelti con il criterio di esemplificare soluzioni tecnico-espressive e momenti diversi della storia letteraria del secolo scorso, nella consapevolezza che, sia pure a diversi livelli, la loro rilevanza storico-artistica merita un’indagine più attenta di quella finora riservata alle loro opere. Si va alla programmatica trasgressione di Guido da Verona al carduccianesimo intriso di regionalismo di Franco Costabile alle ragioni dell’approdo al romando di Libero De Libero. E, ancora, si analizza la dimensione insieme storica ed esistenziale della narrativa di Fortunato Seminara o si ripercorre l’evoluzione linguistico – strutturale di quella di Mario La Cava, fino ad arrivare all’ultimo romanzo di Giuseppe Cassieri, al dibattito sul postmoderno, a una riflessione sulla modalità degli epiloghi dei romanzi.

 

Autore:

Tommaso Scappaticci

Titolo:

Donne, maestri ed eroi della narrativa italiana del secondo Ottoncento - (Da Garibaldi e De Amicis e Contessa Lara e Annie Vivanti

Editore: Editrice Garigliano
Recensione:

I saggi compresi nel volume affrontano aspetti e problemi della narrativa italiana del secondo Ottocento, delineando percorsi artistici individuali e un quadro complessivo di scelte tematiche e di sperimentazioni tecnico – linguistiche corrispondenti all’evolversi delle forme letterarie di un’epoca in rapida trasformazione. La sezione più consistente è riservata all’analisi del vario configurasi di una letteratura femminile in crescente espansione e ormai destinata a travalicare la dimensione culturale per divenire autentico fatto di costume, spia di un cambiamento anche nel rapporto tra i sessi e nelle strategie editoriali. Ai saggi dedicati alle scrittrici (Caterina Percoto, Matilde Serao, Contessa Lara, Annie Vivanti) si affiancano altri incentrati su figure e questioni in genere trascurate dalla critica, come i romanzi storici di Garibaldi, l’esperienza giornalistico – letteraria di Giustino Ferri e di Vincenzo Padula, la narrazione –inchiesta sullo stato della scuola italiana scritta da Edmondo De Amicis con tonalità ed intenti profondamente diversi da quelli di Cuore.

Autore:

Carmine Melidoro

Titolo:

I partiti politici e l'Etica Pubblica

Editore: Editrice Garigliano
Recensione:

L’attuale bipolarismo ‘conflittuale’ – secondo l’efficace aggettivazione di Lippolis e di Pitruzzella – tende ad essere un bipolarismo non solo “feroce” (Barbera) ma anche “drogato” da una campagna elettorale permanente, che è alimentata da una molteplicità di fattori. Innanzitutto, nel nostro paese la cosiddetta “ingegneria elettorale di contorno” (D’Alimonte) ha fatto si che sostanzialmente ogni anno vi siano una o più consultazioni di livello generale (o quasi): la concentrazione delle elezioni amministrative in un solo turno annuale a primavera (in precedenza invece il rinnovo degli enti locali avveniva in modo diffuso e quindi senza rilevanza nazionale); l’appuntamento quinquennale del rinnovo contestuale delle regioni a statuto ordinario (tutte tranne il Molise); l’elezione ogni cinque anni dei rappresentanti italiani al Parlamento europeo; lo stesso rinnovo delle Regioni a stato speciale ( con un rilievo politico evidente, ancorchè non nazionale) ed eventuali consultazioni referendarie, le quali sono pienamente calate nel clima del maggioritario e del bipolarismo, al di là del loro specifico oggetto.

 
     
Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile - Libreria Universitaria Editrice Garigliano s.r.l. - Cassino(FR) - Italia [WebMaster] -